Sopra

Datore di lavoro

I documenti realizzati da OPT Siracusa sono di proprietà esclusiva dell'autore e non possono essere copiati e/o riprodotti in tutto o in parte ne tantomeno è possibile appropriarsi della loro paternità.

Approvato con Decreto Interministeriale 9 settembre 2014 disponibile integralmente nella sezione Normativa - Normative Varie.

Recepite con Decreto Interministeriale del 30 novembre 2012 di cui si è dato avviso nella G.U. n. 285 del 06.12.2012.

Un utile guida "facoltativa" per imprese che occupano fino a 10 dipendenti.

La nomina del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione è un obbligo del datore di lavoro non delegabile

Nel settore edile i lavoratori vanno sottoposti alla sorveglianza sanitaria

Nel caso di lavoratore con attestato di formazione già conseguito

Nel caso di lavoratore che deve ancora frequentare lo specifico corso di formazione previsto dalla norma.

Nel caso di lavoratore con attestato di formazione già conseguito

Nel caso di lavoratore che deve ancora frequentare lo specifico corso di formazione previsto dalla norma.

Il datore di lavoro deve informare i lavoratori sul loro diritto ad eleggere il Rappresentate dei Lavoratori per la Sicurezza. Per aziende sotto i 15 dipendenti o aziende sopra i 15 dipendenti dove non sono state costituite rappresentanze sindacali.

Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza è l'unica figura del sistema di sicurezza aziendale che non deve essere nominata dal datore di lavoro, ma deve essere eletta dai lavoratori o designata nell'ambito delle rappresentanze sindacali presenti in azienda.

Il datore di lavoro ha però l'obbligo di consultare l'RLS nei casi specificati dall'art. 5. Nell'eventualità in cui nella propria azienda non si è provveduto all'elezione del RLS, il Datore di Lavoro per adempiere all'obbligo di consultazione deve richiedere l'intervento dei RLST - Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Territoriale. La richiesta d'intervento dell'RLST deve essere inoltrata all'OPT Siracusa.

Il datore di lavoro richiede l'osservanza da parte dei singoli lavoratori delle disposizioni in merito all'uso dei DPI

Contiene dei verbali a titolo esemplificativo degli svariati argomenti su cui è necessario erogare la formazione ai lavoratori (macchine, attrezzature, procedure di lavoro, etc.), a prescindere dai contenuti della formazione codificata da specifici Accordi Stato/Regioni/Provincie autonome.

L'accettazione del PSC da parte delle imprese esecutrici, unitamente alla redazione del POS, equivalgono, limitatamente al singolo cantiere, all'effettuazione della valutazione dei rischi per le attività da eseguire ed all'adempimento degli obblighi di coordinamento e cooperazione tra datori di lavoro dettati dall'art. 26 del D.Lgs. 81/08.

Prima dell'inizio dei lavori l'impresa affidataria trasmette il piano di cui al comma 1 alle imprese esecutrici e ai lavoratori autonomi.

Prima dell'inizio dei rispettivi lavori ciascuna impresa esecutrice trasmette il proprio piano operativo di sicurezza all'impresa affidataria, la quale, previa verifica della congruenza rispetto al proprio, lo trasmette al coordinatore per l'esecuzione. I lavori hanno inizio dopo l'esito positivo delle suddette verifiche che sono effettuate tempestivamente e comunque non oltre 15 giorni dall'avvenuta ricezione.

Il datore di Lavoro mette a disposizione del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza, il POS ed il PSC almeno 10 giorni prima dell'inizio delle lavorazioni di competenza dell'impresa.

 
 
Powered by Phoca Download

Registrazione gratuita newsletter

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
Non sei registrato? Clicca qui

Spazio RLST